Brasile - Esportare vini

Anexo VIII

Il Consolato brasiliano ha inviato una comunicazione al Ministero Sviluppo Economico e ad Unioncamere per la diffusione di una nuova normativa emanata a novembre 2009 dalle Autorità brasiliane in materia di certificazione di origine e di analisi delle bevande per l'importazione in Brasile.

Secondo il parere di Unioncamere, la certificazione che deriva da tale normativa (ANEXO VIII), che è una combinazione tra certificato di origine e di analisi, non può essere rilasciata dalle Camere, in quanto difforme dalla normativa prevista dal codice doganale comunitario.

Pertanto l'azione delle Camere sulla nuova modulistica richiesta dalle Autorità brasiliane per l'importazione di vini e bevande nel paese, seguirà la seguente linea concordata con il Ministero Sviluppo Economico:

1.        visto di deposito sul nuovo modulo introdotto dalla normativa brasiliana, da apporre successivamente al rilascio del modulo stesso da parte del laboratorio di analisi accreditato, che compila e vista la sezione di propria pertinenza;

2.        contestuale emissione di un certificato di origine comunitario.